Crea sito

A scuola con solo software libero (o almeno gratuito)

Sta per cominciare la scuola gettando nella disperazione milioni di bambini e ragazzi (uso solo il maschile perché nella mia carriera scolastica ho sempre incontrato ragazze felici di tornare a scuola).
Con il ritorno a scuola nasce arriva la necessità di preparare i propri strumenti informatici al meglio al fine di poter lavorare in tranquillità e produrre il materiale che ci verrà richiesto.
In questo breve post vi suggerirò alcune applicazioni indispensabili per la vita scolastica.

Suite da Ufficio

Suite da ufficio installabile
La prima cosa da fare è quella di procurarci una suite da ufficio per poter realizzare tesine, presentazioni o fogli di calcolo. Potreste comprare una licenza studenti di Microsoft Office o usare mezzi illeciti ma noi siamo brave persone e vogliamo usare software gratuito e possibilmente open source. 

La prima suite che mi sento di consigliarvi è LibreOffice, quella che è diventata di fatto la migliore alternativa gratuita, open source e multi piattaforma a Microsoft Office. La suite è continuamente in sviluppo ed è supportata da big dell’informatica e da migliaia di programmatori sparsi per tutto il mondo. 
Gli utenti Linux la conoscono già in quanto la troviamo preinstallata su tutte le principali distribuzioni. Gli utenti Windows e macOS possono invece scaricarla liberamente all’indirizzo http://www.libreoffice.org/
All’interno del sito troverete due versioni, la fresh e la still. LibreOffice Fresh è quella che fornisce update continui e più frequenti ed è indicata ai maniaci degli aggiornamenti. La seconda versione è LibreOffice Still ed è pensata per chi vuole qualcosa di sicuro e solido ed è dunque perfetta studenti e insegnanti. 
Grazie a LibreOffice potremo creare documenti di testo grazie a Writer, fare fogli di calcolo grazie a Calc, realizzare presentazioni con Impress, fare diagrammi con Draw, scrivere formule con Math e creare database con Base. Insomma, abbiamo proprio tutto quello che ci serve per poter lavorare, fare testine, etc. In più grazie a LibreOffice potremo modificare i PDF e salvare i documenti in diversi formati.
Il formato di salvataggio predefinito di LibreOffice è il formato aperto ODF (OpenDocument), un formato che è compatibile anche con chi utilizza Microsoft Office. Io vi consiglio di usare il formato ODF ma se proprio avrete la necessità di usare il formato proprietario di Microsoft per i vostri salvataggi be, non preoccupativi, LibreOffice è in grado di aprire e salvare anche nel formato proprietario di Microsoft (il .doc tanto per intenderci) quindi non avrete difficoltà. 
Potete anche salvare i documenti nel formato PDF in modo da poterli scambiare più facilmente con gli amici e poterli aprire anche da smartphone.
Un ultimo consiglio, LibreOffice offre anche una serie di modelli da usare per documenti, fogli di calcolo e presentazioni, modelli che possono essere scaricati gratuitamente andando al sito http://templates.libreoffice.org/libreoffice-modelli?set_language=it. All’interno del sito troverete anche le estensioni per LibreOffice che vi aiuteranno ad aggiungere utili funzioni al programma.
Suite da ufficio online e collaborativo
L’altra soluzione che vi consiglio di provare, specie se avete la necessità di lavorare ad un file contemporaneamente con più persone, è quella di utilizzare la suite da ufficio online di Google. Per accedere alla suite di Google è sufficiente avere un indirizzo email di Google che quasi sicuraramente avrete se adoperate uno smartphone equipaggiato con Android. Grazie a questo pre requisito sarà possibile accedere a Google Documenti (l’editor di testo), Google Fogli (per i fogli di calcolo stile Excel) , Google Presentazioni (per realizzare le proprie presentazioni) e Google Moduli. L’unica pecca? Non è software libero 🙁
Se volete software libero c’è però una alternativa altrettanto valida ed è Open365, un nuovo servizio simile a quello di Google che però offre la possibilità di avere LibreOffice direttamente sul vostro browser internet. Trovate maggiori informazioni su Open365 nel mio articolo Open365: il cloud open source con LibreOffice e KMail integrati

Programmi per aprire i PDF e i libri digitali ePub e Mobi

Aprire i PDF
Per aprire i PDF su Windows e macOS il programma più famoso è Adobe Acrobat Reader. Il programma è gratuito e potete scaricarlo all’indirizzo https://get.adobe.com/it/reader/ (mi raccomando, quando andate a scaricare Acrobat dal sito, togliete le spunte sulle offerte facoltative).
Una ottima alternativa open source per Windows è Sumatra PDF che offre anche la possibilità di leggere gli eBook (ePub ed Mobi). Potete scaricare Sumatra PDF all’indirizzo http://www.sumatrapdfreader.org/free-pdf-reader.html
Aprire gli eBook
Nel corso degli ultimi anni sono diventati sempre più comuni i libri nel formato elettronico ePub e Mobi. Aprire questo tipo di file su Windows, macOS e Linux è facilissimo grazie a Calibre che oltre ad essere gratuito è anche open source. Potete scaricare Calibre all’indirizzo https://calibre-ebook.com/
Creare PDF dallo scanner
Per scannerizzare le immagini da libri o appunti e passarle sul PC sotto forma di immagini o PDF avrete bisogno di uno scanner e di un programma in grado di salvare le immagini sul nostro PC. Questi programmi sono di solito fornirti assieme allo scanner. Capita però di non trovare tutte le funzioni che ci occorrono e dunque in questi casi è necessario usare programmi alternativi. 
Gli utenti Linux possono usare i tanti programmi presenti sulle principali distribuzioni. Per gli utenti Windows vi consiglio di provare NAPS2 (Not Another PDF Scanner 2). Potete scaricare NAPS2 all’indirizzo https://www.naps2.com/. Se volete saperne di più di questo programma date uno sguardo al mio vecchio articolo a riguardo.

Editor di immagini

Modifica foto etc
Se avete la necessità di modificare le vostre foto o creare fotomontaggi e quant’altro la migliore soluzione gratuita e open source è senza ombra di dubbio GIMP, un programma che gli utenti Linux conoscono molto bene e che fa parte di ogni installazione che si rispetti. 
GIMP però non è solo per Linux ma è disponibile anche per gli utenti macOS e Windows. Potete scaricare GIMP all’indirizzo https://www.gimp.org/
Se è la prima volta che usate un programma del genere non spaventatevi, potete trovare molti siti italiani ricchi di guide, uno dei più famosi è https://gimpitalia.it/ nel quale troverete tutto quello che vi occorre per iniziare.
Grafica vettoriale
Gli studenti di scuole medie e superiori potrebbero avere la necessità di un software le grafica vettoriale. Anche in questo caso c’è il software libero che fa al caso vostro e che vi eviterà di scaricare software pirata o comprare software costosi.
Il programma in questione si chiama Inkscape ed è disponibile per Linux (ma questo i pinguini lo sanno già), macOS e Windows. Inkscape  offre una piena compatibilità con gli standard XML, SVG e CSS e che dia retro-compatibilità ai formati proprietari di Adobe Illustrator, Macromedia FreeHand, Corel Draw.
Potete scaricare Inkscape all’indirizzo https://inkscape.org/it/

Se volete una guida al programma vi consiglio di scaricare la guida realizzata dall’Istituto Majorana che trovate all’indirizzo www.istitutomajorana.it/scarica2/inkscape_guida_italiana.pdf

Programmi per aprire i file Zip

Capita spesso di dover comprimere cartelle contenenti più file per scambiarle più facilmente con gli amici. Di programmi del genere ce ne sono tantissimi, tutti ugualmente validi.
Il più famoso è 7-Zip che è in grado di aprire praticamente tutti i file compressi. 7-Zip è compatibile con Windows e Linux e potete scaricarlo all’indirizzo http://www.7-zip.org/. Il programma è gratuito e open source!
Sempre per Windows trovate altri due software interessanti che offrono una grafica semplice e facile da usare anche per gli utenti inesperti. Il primo è PeaZip ed è stato realizzato dal programmatore italiano Giorgio Tani. Potete scaricare PeaZip all’indirizzo http://www.peazip.org/. L’altro programma è ZipGenius ed è stato realizzato dal programmatore italiano Matteo Riso. Potete scaricare ZipGenius all’indirizzo http://www.zipgenius.it/
Se siete utenti macOS il corrispettivo di 7-Zip è Keka che potete scaricare all’indirizzo http://www.kekaosx.com/it/

Disegno tecnico 2D e 3D

Gli studenti degli istituti tecnici hanno a che fare con il disegno tecnico ovvero la realizzazione di piantine di appartamenti, circuiti e pezzi meccanici.
In questi casi abbiamo la necessità di installare software di disegno tecnico assistito. Le grandi aziende del settore fanno spesso accordi con le scuole per fornire programmi di questo tipo in licenza gratuita (con alcune limitazioni nella stampa dei file) agli studenti. Non tutte le scuole però hanno di questi accordi e dunque tocca spesso allo studente procurarseli in maniera illecita o cercando online versioni per gli studenti.
Ma se non volessimo fare nulla di tutto ciò e avere dei programmi gratuiti senza limitazioni?

Disegno 2D 
Per il disegno 2D il mio consiglio è quello di provare DraftSight, un software di cui ho avuto modo di parlare diverse volte sulle pagine del sito perché è uno dei pochi programmi gratuiti disponibili per Windows, macOS e Linux. Il programma ha una interfaccia semplice, usa gli stessi comandi di AutoCAD, salva in formato DWT/DWG/DXF e rispetto ad AutoCAD è più leggero ed è dunque perfetto anche per computer datati.
Potete scaricare DraftSight andando all’indirizzo http://www.3ds.com/products-services/draftsight-cad-software/free-download/. Una volta scaricato basterà attivarlo fornendo il proprio indirizzo email.
CAD 3D parametrico
Per la realizzazione di disegni 3D e progettare oggetti si utilizzano i CAD di modellazione parametrica 3D. Forse non molti sanno che esiste un programma gratuito, multipiattaforma (per Windows, macOS e Linux) e open source in grado di leggere e scrivere diversi formati aperti di file quali STEP, IGES, STL, SVG, DXF, OBJ, IFC, DAE e molti altri.
Il programma in questione si chiama FreeCAD ed è possibile scaricarlo liberamente all’indirizzo http://www.freecadweb.org/?lang=it. All’interno del sito troverete tante guide ed esempi per poter imparare ad usare questo programma apprezzato anche da utenti CAD esperti.


Source: A scuola con solo software libero (o almeno gratuito)

Ti potrebbe interessare anche...