Dichiarazione del consiglio di amministrazione della FSF sull’elezione di Richard Stallman

La Free Software Foundation ha pubblicato una dichiarazione ufficiale in merito alla rielezione di Richard Stallman all’interno del proprio Consiglio di Amministrazione.

Nella dichiarazione, che potete leggere in allegato, la FSF difende la propria scelta di riammettere Richard Stallman nel Consiglio di Amministrazione.

La maggior parte del Consiglio di Amministrazione ritiene che il comportamento di Richard Stallman si sia moderato e crede che il suo pensiero rafforzi il lavoro della FSF nel perseguimento della sua missione.

Dichiarazione del consiglio di amministrazione della FSF sull’elezione di Richard Stallman

I membri votanti della Free Software Foundation, che include il consiglio di amministrazione, hanno votato per nominare Richard Stallman a un seggio nel consiglio dopo diversi mesi di discussioni approfondite e deliberazioni ponderate.

Abbiamo deciso di riportare RMS perché ci mancava la sua saggezza. Il suo acume storico, legale e tecnico sul software libero non ha rivali. Ha una profonda sensibilità per i modi in cui le tecnologie possono contribuire sia al miglioramento che alla diminuzione dei diritti umani fondamentali. La sua rete globale di connessioni è inestimabile. Rimane il filosofo più articolato e un sostenitore indiscutibilmente devoto della libertà nell’informatica.

RMS riconosce di aver commesso degli errori. Ha sinceri rimpianti, soprattutto per come la rabbia nei suoi confronti abbia influito negativamente sulla reputazione e sulla missione della FSF. Mentre il suo stile personale rimane preoccupante per alcuni, la maggioranza del consiglio ritiene che il suo comportamento si sia moderato e crede che il suo pensiero rafforzi il lavoro della FSF nel perseguimento della sua missione.

Ci assumiamo la piena responsabilità per quanto male abbiamo gestito la notizia della sua elezione a un seggio nel consiglio di amministrazione. Avevamo pianificato un flusso di informazioni che non è stato eseguito in modo tempestivo o fornito nella sequenza corretta.

Il personale della FSF avrebbe dovuto essere informato e consultato per primo. L’annuncio di RMS a LibrePlanet è stato una completa sorpresa per lo staff, per tutti coloro che hanno lavorato così duramente per organizzare un grande evento, per i relatori di LibrePlanet e per gli espositori. Avevamo sperato in un processo più inclusivo e ponderato e ci scusiamo per il fatto che ciò non si è verificato.

Nella sua posizione nel consiglio, RMS ha le stesse responsabilità degli altri membri. È un volontario non retribuito e soggetto alle politiche dell’organizzazione, inclusi i divieti contro i conflitti di interesse e le molestie sessuali e quelli che delineano i processi degli informatori e i doveri fiduciari. Le responsabilità del consiglio sono descritte su https://www.fsf.org/about/the-role-of-the-fs-board-of-directors.

Crediamo che le sue opinioni saranno fondamentali per la FSF mentre avanziamo nella missione e affrontiamo le sfide che la libertà del software deve affrontare.

Nelle ultime settimane, il consiglio si è impegnato in una serie di modifiche relative alla governance organizzativa, inclusi i piani per l’adozione di un processo formale e trasparente per identificare i candidati appropriati per diventare nuovi membri del consiglio, future modifiche allo statuto dell’organizzazione e l’aggiunta di uno staff rappresentante presso il consiglio di amministrazione.

Selezionato dal personale sindacalizzato della FSF, il 28 marzo il senior systems administrator Ian Kelling è stato eletto come membro votante per un posto di nuova creazione nel consiglio di amministrazione.

Il consiglio di amministrazione della FSF continuerà a perseguire idee e azioni aggiuntive progettate per migliorare la trasparenza e la responsabilità.

C’è ancora molto lavoro da fare. Riconosciamo la necessità di attrarre una nuova generazione di attivisti per la libertà del software e per far crescere il movimento. Riporteremo le nostre discussioni e attività alla comunità man mano che andiamo avanti.

Mentre lavoriamo su questi temi, non dimentichiamo lo scopo del nostro movimento, o il grande lavoro del nostro staff e di tutte le brave persone della comunità del software libero che si dedicano alla libertà degli utenti.


Source: Dichiarazione del consiglio di amministrazione della FSF sull’elezione di Richard Stallman

Ti potrebbe interessare anche...