elementary OS 6, ormai ci siamo: disponibile la beta

Ieri gli sviluppatori hanno annunciato la beta di elementary OS 6! Vi ho parlato a più riprese di questa nuova release qui su LFFL, seguendo tutto il ciclo di sviluppo. Cogliamo l’occasione per dare uno sguardo al lavoro svolto in questi mesi.

elementary OS 6 Beta

elementary OS 6 si basa su Ubuntu 20.04 LTS ma, a differenza di Ubuntu, a bordo c’è Pantheon e non GNOME, un desktop environment interamente sviluppato dagli autori della distro. Il kernel sarà Linux 5.4.x. Ecco alcune novità in pillole:
  • Il sistema di notifiche è stato completamente rivisto, sia dal punto di vista funzionale che del design;
  • Presente un nuovo foglio di stile di sistema che migliora l’aspetto della distribuzione;
  • Un altro cambiamento importante è l’inclusione di app Flatpak out of the box, nonché l’arrivo di un AppCenter interamente basato su Flatpak. Tutte le app pubblicate sullo store saranno in formato Flatpak, ulteriori dettagli a riguardo saranno condivisi nelle prossime settimane, ma qui troviamo già un po’ di documentazione.

Chi utilizza elementary OS su dispositivi touch potrà godere di una gestione del multi-touch sensibilmente migliorata grazie alla libreria libhandy. Non manca un nuovo programma di installazione e configurazione iniziale. L’installazione è stata nettamente sveltita e semplificata, richiede solo le informazioni essenziali. Questa è un’ottima novità soprattutto per gli OEM, che possono usare il nuovo installer sui loro dispositivi (es: Pinebook).

Dark style

elementary OS 6 dark

Originariamente, gli sviluppatori di elementary avevano previsto di supportare lo stile scuro nella shell del desktop e non nelle app. Ciò includeva solo il pannello, la dock, le notifiche, il dialog per l’autenticazione e l’overlay delle scorciatoie da tastiera. Alla fine l’hanno esteso anche ai “componenti di sistema” per includere app quali Screenshot e Sideload, nonché le Impostazioni di sistema. Le finestre di dialogo delle impostazioni, del terminale e del sistema hanno angoli arrotondati nella parte inferiore.

Gestures multi Touch

workspaces
Workspace switch

Un’altra funzionalità molto interessante è il supporto per le gestures multi-touch. Viene usato Touchégg Daemon per catturare gli eventi di input e comunicarli al window manager Gala. Le animazioni sono fluide e reattive e le gestures saranno gestibili attraverso un’apposita scheda.

Installer, Setup iniziale, Aggiornamento Firmware

Il nuovo installer per elementary OS 6 è in lavorazione da un po’ di tempo e gestisce essenzialmente le seguenti attività:

  • Seleziona una lingua e un layout di tastiera da utilizzare nell’installer;
  • Permette di scegliere tra una live demo e l’installazione del sistema operativo;
  • Consente di scegliere il disco su cui installare l’OS;
  • Offre la possibilità di riavviare la macchina o spegnerla per eseguire la configurazione in un secondo momento.
elementary
Aggiornamento firmware

Il firmware aggiornabile, in particolare utilizzando LVFS e fwupd, è una funzionalità emergente tra i rivenditori OEM. Gli sviluppatori hanno lavorato per aggiungere questa funzionalità direttamente nelle Impostazioni di sistema. In generale tutta l’area Impostazioni di sistema → Sistema è stata ridisegnata. La scheda Sistema Operativo ha un layout più carino, la scheda Hardware mostra le informazioni più importanti consentendo agli OEM di fornire un logo o un’immagine del prodotto ad alta risoluzione, un marchio specifico del modello e un collegamento al proprio sito web. Migliorato anche il rilevamento e la visualizzazione di GPU e processori ARM.

Performance

Lavorando sulle build per Pinebook Pro e Raspberry Pi,  hardware con una potenza inferiore rispetto ai PC desktop, è stato necessario ottimizzare il sistema in ogni suo aspetto. Gli sviluppatori hanno ridotto la comunicazione tra i processi, rimosso il codice inutilizzato e minimizzato l’I/O del disco, aspetto particolarmente importante su processori con clock inferiore e supporti di archiviazione più lenti come le schede SD.

Nuove App

mail elementary os 6
La nuova app Mail

L’app Mail è stata completamente riscritta, invece di fare affidamento sul backend di Geary (a proposito, è da poco disponibile Geary 40!), ora utilizza Evolution Data Server. Tasks è un’app tutta nuova che dialoga anche con Evolution Data Server, consentendo di vedere e sincronizzare le cose da fare con vari servizi. Attualmente, la configurazione di un account richiede l’installazione di Evolution dai repository di Ubuntu (sudo apt install evolution) e la configurazione dell’account.

Files ha una nuova modalità di navigazione, un clic per navigare all’interno dell’app e un doppio clic per aprire i file usando la relativa app predefinita. I file sono sempre stati aperti con un solo clic, ma questo nuovo approccio ibrido consente una navigazione veloce evitando aperture accidentali di file di grandi dimensioni.

Download

Potete scaricare elementary OS 6 Beta per sistemi AMD/Intel a 64bit al seguente indirizzo Geary 40. Nota: purtroppo non sarà possibile aggiornare dalla beta alla final release.

sharing-caring-1Seguiteci sul nostro canale Telegram, sulla nostra pagina Facebook e su Google News. Nel campo qui sotto è possibile commentare e creare spunti di discussione inerenti le tematiche trattate sul blog.

L’articolo elementary OS 6, ormai ci siamo: disponibile la beta sembra essere il primo su Linux Freedom.


Source: elementary OS 6, ormai ci siamo: disponibile la beta

Ti potrebbe interessare anche...