Crea sito

GIMP AppImage: GIMP portabile su Linux con GMIC, tutti i penneli standard mypaint e alcuni plugin utili

Fra i tanti modi di avere installato GIMP sulla propria distro Linux uno dei più interessanti è tramite AppImage.

Cosa è AppImage

AppImage, per chi non lo sapesse, è uno dei formati nati per rendere disponibile software attraverso dei file portabili e auto installanti, eseguibili dall’utente su qualsiasi distribuzione GNU/Linux senza privilegi di amministrazione.
Questo formato di file ricorda molto il sistema delle Portable Apps di Windows. In pratica una volta scaricato il file nel formato .appimage dell’applicazione che ci interessa basterà renderlo eseguibile (per via grafica tramite il file manager o da terminale se siamo nerd inside) ed eseguirlo.
Il vantaggio principale è che non dovremo installare nessuna dipendenza sul sistema e, se non ci serve più il programma, basterà cancellarne l’eseguibile. Lo svantaggio è che mancherà l’integrazione con il sistema, ovvero di default non potremo aprire direttamente i file cliccandoci su di essi, avere l’apri con oppure l’icona del programma fra le applicazioni installate.

GIMP AppImage

Il vantaggio di avere GIMP nel formato AppImage è quello di poter eseguire sempre l’ultima versione stabile su qualsiasi macchina, dimenticandoci di dipendenze varie da installare.
A questo va aggiunto un altro vantaggio che di sicuro farà felici molti di voi all’ascolto. L’AppImage di GIMP realizzato da aferrero2707 su GitHub contiene al suo interno alcuni dei plugin più famosi fra i quali GMIC-Qt, tutti i pennelli standard mypaint, Resynthesizer, Liquid rescale, Hillustrative, Wakui etc..

Dove scaricare GIMP AppImage

Potete scaricare l’ultima versione di GIMP AppImage all’indirizzo https://github.com/aferrero2707/gimp-appimage/releases (basta cercare la data di compilazione più recente).

Rendere eseguibile GIMP AppImage

Una volta scaricato facciamo click con il tasto destro del mouse sul file .appimage di GIMP e nelle proprietà andiamo a spuntare la voce per renderlo eseguibile. Fatto questo per lanciare GIMP AppImage basterà farci clic da sopra come un normale programma.

Esempio per rendere eseguibile GIMP AppImage con Dolphin

In alternativa potete farlo da terminale.
Aprite il terminale, spostatevi nella cartella contenente GIMP AppImage appena scaricato e date

chmod a+x nomefile.AppImage

Dove al posto di nomefile.AppImage mettete il nome completo di estensione del file appena scaricato.


Source: GIMP AppImage: GIMP portabile su Linux con GMIC, tutti i penneli standard mypaint e alcuni plugin utili

Ti potrebbe interessare anche...