[Guida] Come creare un file server con Samba su Linux

Oggi vi propongo una breve guida dedicata a Samba in cui vi spiegherò i passi necessari per realizzare un file server capace di mettersi in condivisione con client Windows sfruttando una distro GNU/Linux. Le postazioni Windows non si accorgeranno di nulla, avranno la percezione di essere in comunicazione con un server Windows sulla rete locale. La guida è compatibile anche con i Mac.

Samba: file server con GNU/Linux

Il protocollo SMB/CIFS è in estrema sintesi la tecnologia che consente di configurare un server GNU/Linux così da permettergli di esporre le proprie risorse a una rete di computer Windows. Il pinguino, in particolare, è dotato di un’ottima implementazione di questo protocollo all’interno del pacchetto Samba.

samba gnu/linux file server windowssamba gnu/linux file server windows

Samba funziona grazie a due servizi:

  • nmbd, che si occupa della master browser list e delle operazioni di risoluzione dei nomi. Samba, infatti, include un’implementazione completa di WINS;
  • smbd, che gestisce le risorse condivise.

Configurazione generale

Le seguenti sono le istruzioni da utilizzare per configurare Samba su un sistema operativo derivato da Debian. Per l’esempio ho utilizzato un Raspberry Pi con Raspbian:

apt-get install samba
apt-get install smbclient
systemctl start smbd
systemctl start nmbd

samba demoni samba demoni

All’avvio Samba legge il file smb.conf che possiamo modificare. In particolare, il file richiede una sezione globale contenente direttive che regolano il funzionamento del servizio, come per esempio il nome del server, il tipo di server, la visibilità in rete o i criteri di sicurezza:

[global]
workgroup = CASA
netbios name = SERVER
server string = file server PI
security = USER
encrypt password = YES
server min protocol = SMB2_10
client min protocol = SMB2
client max protocol = SMB3

Successivamente, inseriamo la sezione specifica per la risorsa da condividere. Inserite oltre al path relativo alla vostra cartella, anche gli utenti che volete siano abilitati alla visualizzazione:

[foto]
comment = foto viaggi
path = /home/pi/Desktop/foto
valid users = pc1 pc2
writable = YES

Riavviate, infine, entrambi i servizi:

systemctl restart smbd
systemctl restart nmbd

Gestione degli utenti

Samba, per identificare gli utenti, utilizza gli account del sistema GNU/Linux che lo ospita. Non basta, quindi, aver inserito il nome degli utenti nel file di configurazione. Sarà necessario, come ulteriore passaggio, creare gli utenti anche sulla macchina. Nel mio caso:

useradd pc1
passwd pc1

useradd pc2
passwd pc2

Il sistema di password usato da Samba, invece, non è lo stesso del sistema operativo. Dovete quindi creare un’ulteriore chiave in tal senso:

smbpasswd -a pc1
smbpasswd -a pc2

mac sambamac samba
Non avendo a disposizione un computer con Windows, ho effettuato la prova di connessione con un Mac, in particolare un Air con processore M1 del 2020. Per connettervi al server condiviso andate su Finder e selezionate Connessione al server dalla voce Vai presente nella barra superiore.mac sambamac samba
Vi chiederà le credenziali di connessione e il tutto, dopo averle inserite, funzionerà come per magia😉

sharing-caring-1Seguiteci sul nostro canale Telegram, sulla nostra pagina Facebook e su Google News. Nel campo qui sotto è possibile commentare e creare spunti di discussione inerenti le tematiche trattate sul blog.

L’articolo [Guida] Come creare un file server con Samba su Linux sembra essere il primo su Linux Freedom.

Source: [Guida] Come creare un file server con Samba su Linux

Ti potrebbe interessare anche...