Lubuntu 16.04 – Guida post installazione

Lubuntu 16.04 cosa installare per completarlo


Fase 1: Abilitare i repository Partner di Canonical e aggiornare il sistema

Cliccate sul menù di avvio, andiamo a Preferenze e poi Software e aggiornamenti
Andiamo ad Altro Software e spuntiamo le voci relative ai repository Partner di Canonical.

Chiudiamo il tutto e aggiorniamo confermando l’operazione.

Ora non ci resta che aggiornare il sistema per controllare eventuali aggiornamenti. Lanciamo il terminale (menu avvio, Strumenti di sistema, LXTerminal) e diamo il comando

sudo apt-get update && sudo apt-get upgrade

Installiamo dunque eventuali aggiornamenti proposti.

Fase 2: Installazione Codec, font microsoft, adobe flash, OpenJDK e il plugin per il browser

Andiamo ora ad installare i vari codec multimediali, supporto ai file compressi, font microsoft e adobe flash player. Possiamo farlo installando un solo pacchetto che provvederà a fare tutto da se. Oltre a questo vi consiglio l’installazione di p7zip per gestire i file compressi nel formato 7zip.
Da terminale digitiamo
sudo apt-get install lubuntu-restricted-extras p7zip
Durante l’installazione apparirà la richiesta di accettare l’installazione dei caratteri microsoft. Spostatevi con i tasti freccia e confermate le operazioni.
Andiamo ora ad installare openjdk e il plugin per il browser dando da terminale 
sudo apt-get install openjdk-8-jre icedtea-8-plugin


Fase 3: Messaggistica


Pidgin
 è il client di messaggistica istantanea tuttofare che troviamo preinstallato su Lubuntu 16.04. 
Se siete utenti Skype potete installarlo dando da terminale
sudo apt-get install skype
Se usate i feed reader offline vi consiglio di installare Liferea 

sudo apt-get install liferea

Come client mail troviamo preinstallato Sylpheed, un client mail senza pretese e particolari funzionalità. Se volete qualcosa di più potente l’unica alternativa è Thunderbird che potete installare dando:
sudo apt-get install thunderbird thunderbird-locale-it

Qualora foste utenti Telegram potete avete due alternative. La prima è quella di scaricare l’eseguibile di Telegram Destkop direttamente dal sito internet ufficiale all’indirizzo https://desktop.telegram.org/
Una volta scaricato vi basterà decomprimere l’archivio e lanciare l’eseguibile di Telegram Desktop. Al primo avvio del programma l’eseguibile provvederà a creare i collegamenti nei menu (a volte è necessario il riavvio della sessione per veder apparire il collegamento). Questa è la soluzione che preferisco in quanto l’eseguibile di Telegram Desktop riesce ad auto aggiornarsi e quindi avrete il client sempre aggiornato e allineato con la versione ufficiale.
Se invece volete utilizzare un repository potete farlo grazie al PPA Telegram sviluppato da Martin Wimpress (il leader di Ubuntu MATE). Per farlo dovrete per prima cosa aggiungere il PPA dando da terminale:

sudo add-apt-repository ppa:flexiondotorg/telegram
sudo apt-get update && sudo apt-get install telegram

Fase 4: Altri browser e programmi p2p

Il browser predefinito di Lubuntu è come da tradizione linara il buon vecchio Firefox. Se non avete particolari esigenze come ad esempio la fruizione di servizi di streaming come Netflix potete usarlo tranquillamente.
Se invece usate Netflix la soluzione migliore è quella di usare Google Chrome che su Linux offre la possibilità di poter usare Netflix senza smanettamenti vari. 
Potete scaricare il pacchetto deb di Google Chrome da questo indirizzo https://www.google.com/intl/it/chrome/browser/
Per quanto riguarda la gestione dei file torrent troviamo l’ottimo Transmission. Il programma è praticamente perfetto, l’unica cosa che vi suggerisco di fare è seguire la guida Transmission abilitare blocklist Bluetack per aumentare la privacy al fine di migliorare la privacy del programma quando scaricare file dal torrent.
Se usate ancora la rete Emule due sono i programmi, amule ed amule-adunanza a seconda o meno se siete su rete normale o su rete fastweb.
Se siete su rete normale installate amule dando da terminale:
sudo apt-get install amule
Se siete su rete fastweb installate Amule Adunanza con
sudo apt-get install amule-adunanza

Fase 5: Ufficio e svago

Per la gestione documenti su Lubuntu 16.04 troviamo preinstallati la consueta accoppiata Abiword per l’editing di testo e Gnumeric per quanto riguarda i fogli di calcolo.
Se non vi bastano e volete qualcosa di più completo vi consiglio l’installazione di LibreOffice. In tal caso procediamo come segue.
Come prima cosa disinstalliamo Abiword e Gnumeric dando da terminale

sudo apt-get remove abiword* gnumeric*

Ed in seguito installate LibreOffice in versione completa (anche di Base) dando:

sudo apt-get install libreoffice libreoffice-l10n-it libreoffice-gtk

Vi consiglio di installare anche il tema di icone per LibreOffice chiamato Sifr che è stato aggiunto a partire dalla versione 4.2 ma che su Ubuntu non si trova preinstallato.
Per farlo vi basterà dare da terminale

sudo apt-get install libreoffice-style-sifr

Una volta scaricato per abilitarlo su LibreOffice vi basterà andare su Strumenti, Opzioni, LibreOffice, Vista e li andare ad impostarlo.

Per quanto concerne invece l’editing di immagini essenziale abbiamo mtPaint mentre per quanto concerne la gestione dello scanner troviamo Simple Scan.
mtPaint funziona abbastanza bene anche se non permette di fare editing avanzato. Se vi dilettate con l’editing di immagini vi consiglio allora di installare GIMP. Potete farlo dando da terminale:

sudo apt-get install gimp gimp-plugin-registry

Se lavorate con immagini vettoriali potete installare Inkscape dando da terminale

sudo apt-get install inkscape

I tecnici del settore dell’edilizia potrebbero aver bisogno di un CAD per realizzare planimetrie e quant’altro. Potete installare DraftSight scaricandolo a questo indirizzo. L’unica pecca è che a partire dalla versione 2015 il programma è realizzato per soli sistemi a 64bit.
Coloro di voi che fanno largo uso di epub possono trovare in Calibre un ottimo compagno. Questo programma consente di interfacciare il vostro lettore ebook con il PC ma anche il vostro device android e sincronizzare il vostro database.
Possiamo installare Calibre dando da terminale

sudo apt-get install calibre

Fase 6: Media Player

Come player audio e gestore raccolta musicale troviamo l’ottimo Audacious che è più che sufficiente per la maggior parte degli utenti

Per quanto riguardo il comparto player video abbiamo preinstallato l’ottimo GNOME Mplayer quindi non dobbiamo installare null’altro.

Come programma per la masterizzazione troviamo Xfburn ed anche in questo caso siamo ben coperti quindi nulla da segnalare.

Da segnalare la presenza di guvcview per la gestione della webcam e del tool Alsamixergui per la gestione dei volumi di Alsa.

Fase 7: Utility varie

Una utility che non dovrebbe mai mancare è PPA-Purge che consente di effettuare la rimozione di PPA aggiunti e di ripristinare al contempo la versione originale del programma. Un must have se vi piace provare tutti i PPA che vi capitano a tiro. Lo installiamo da terminale dando

sudo apt-get install ppa-purge

Nel caso in cui vi dilettiate con la compilazione di programmi è utile installare build-essential, un meta pacchetto che vi andrà ad installare il minimo sindacale per la compilazione.
Potete farlo dando da terminale

sudo apt-get install build-essential

Se invece siete i tipi da star a provare ISO di altre distro dalla mattina alla sera vi consiglio di installare due programmi. Il primo è Gparted, che altri non è che il gestore ed editor di partizioni. Vi servirà sia per fare operazioni di resize etc, sia per formattare le vostre chiavette dati
Possiamo installare gparted dando

sudo apt-get install gparted

Per quanto riguarda la scrittura di immagini su pendrive per la creazione di live usb possiamo installare l’ottimo Unetbootin dando da terminale:

sudo apt-get install unetbootin

In alternativa potete scaricare il DEB di Mint Stick dai repository di Linux Mint.

Fase 8: Completare l’installazione della lingua italiana

Se avete installato Lubuntu 16.04 mentre eravate collegati alla vostra rete domestica vi ritroverete già la lingua italiana installata. In caso contrario potete installare la lingua italiana dando da terminale:

sudo apt-get install language-pack-it language-pack-gnome-it aspell-it myspell-it witalian

Fase 9: Aggiungiamo icone sul desktop

Potrebbe interessarvi aggiungere dei collegamenti rapidi sul desktop. Per sapere come fare vi invito a leggere il post Lxde (Lubuntu) aggiungere collegamenti sul desktop

Fase 10: Aggiungiamo il cestino al pannello inferiore

Su richiesta di un mio lettore ho preparato questo piccolo post che spiega come aggiungere il cestino al pannello inferiore di Lubuntu. Per sapere come fare vi invito a leggere il post LXDE / Lubuntu aggiungere il Cestino sul pannello inferiore

Fase 11: Installiamo Compton per aggiungere le animazioni

Volete migliorare l’aspetto di Lubuntu aggiungendo l’effetto ombra alle finestre ed altre cose del genere? Scopriamo in questo post come fare ad installare il compositor Compton che trovate presente nei repository di Lubuntu
Potete installarlo dando da terminale

sudo apt-get install compton

Una volta fatto potete configurarlo grazie alle istruzioni presenti in questa guida Installiamo Compton su Lubuntu per migliorarne l’aspetto


Source: MarcosBox

Ti potrebbe interessare anche...