Crea sito

Tiriamo le somme , un mese dopo , della mia esperienza in casa Microsoft .

Era il ” caldo” novembre quando un amico , utente linux e pure esperto mi ha plagiato .

Mi ha quasi imposto di dare una possiblità a windows 8.1 per vedere quanto sia cambiato negli anni.

Dell’amico mi fido, utente linux dal curriculm pesante e sostanzioso , decido di dare una possiblità a windows 8.1 .

Devo anche dargli del tempo e darmi del tempo, Pacman è il mio migliore amico informatico da 4 anni e altri prima di lui, se non si sapesse tantovale precisarlo, ho smesso con windows quando XP riceveva il service pack 3 .

Cosa ne ho concluso  ? esperienze divertenti e simpatiche !

Partiamo da quella sera di novembre, cenavamo assieme ed installavamo windows 8.1 .

Prima grande menzogna :

Sto installando le tue app

Chi sta facendo cosa con cosa ?
Non ho ” app” , che diavolo stai facendo ?
Il tutto è farcito da una bella schermata  che cambia colore in tinte pastello con messaggi carini e rassicuranti sul fatto che il pc sarà pronto presto .
Va bene, ma avrei preferito messaggi più veritieri o una progress bar per capire cosa il mio pc stesse facendo esattamente , dato che la spia del disco era spenta.
Comunque  questa fase dura 40 minuti circa .

Windows update ed i driver :

Windows dovrebbe essere in grado di beccarsi i driver da solo usando windows update  e lo fa quasi bene .

Il wireless funzionava gia , avevo gia scelto la rete e potevo usare winup per trovare quel che mancava ( controller usb intel , touchpad synaptics, vga intel, lan atheros e card reader atheros )
Trova solo il controler usb , il resato devo farlo a mano.

Identificare le periferiche non è qualcosa di fattibile a occhio nudo, decifrare un ID hardware richiede san google e tanta pazienza per spulciare siti in cirillico .

Complessivamente la situazione è esponenzialmente migliore rispetto a windows 7 però, quantomeno ho potuto scaricarmi i driver  dal pc per il pc che uso, invece con 7 ho dovuto scaricarli da un secondo pc , smontare il disco e copiarli ( si, con rete non funzionante, niente usb o card reader  quella dello smontare è la via più veloce)

Seconda grande menzogna:

Card-reader-xp-32bit.exe

Un momento, sto scaricando dal sito del produttore i driver ( elencati solo per windows 8.1 64 bit )  e dentro lo zip trovo questo ?

Spulcio bene tutti i driver e la differenza è nulla che io scelga 8.1, 8 ,7 ( varianti 32 e 64 bit)  vista o xp, stesso file , stesso driver a 32 bit per tutti .

Microsoft avrà fatto un lavoro monumentale in ambito retrocompatiblità , però credo che i produttori ne abusino .

Usare driver a 32 bit scritti per un OS che ha visto la sua ultima grande revisione quasi 10 anni fa  non lo trovo positivo  ne per prestazioni ne per stabilità .

Terza grande menzogna

Touchpad Synaptics , su linux non ho memoria di aver dovuto perdere più di 3 minuti per averlo operativo al 100% ( scrolling a 2 dita o laterale a scelta, scrolling orizzontale, tap to  zoom , tap to click e click destro con 3 dita )
A distanza di un mese su 8.1 ancora non c’è verso, muove il cursore e poco altro , i driver sono installati , ho provato sia quelli di winupdate che quelli del sito acer che, in ultimo quelli “vanilla” di synaptics ( c’è dietro federico faggin,il che mi faceva sperare bene )
il nulla più assoluto, la situazione desolante è questa :

  1. Il driver di winupdate è generico per mouse ps/2 , muove il cursore e prende i click dai pulsanti 
  2. il driver acer genera un messaggio d’errore al boot ( xp-32 bit…)
  3. il driver synaptics si installa, crea il processo per monitorarlo al boot ma non lo avvia ( ne si avvia a mano )  

Quindi mi tengo il generico e bona, niente gestures.

Quarda grande menzogna: 



Installare servizi microsof richiesti non è mai stato così comodo, windows 8.1 lo fa da solo quando richiesti.

Ma rischiate di incartarvi tra gli aggironamenti del sistema e l’installatore dei servizi.

il caso era questo, windows update aveva scaricato ed installato 3 aggiornamenti che richiedono il riavvio ed era fermo , dovevo installare il tool microsoft per fare USB avviabili di windows 7, che richiede .NET

Parte il setup e vengo avvisato che serve .NET e che penserà a tutto lui, lo lascio fare  con fiducia che poi diventa senso di sfida .
La barra va avanti lentamente , il monitor di sistema dice che la rete e ferma, il setup dice ” download dei componenti” .

Tre ore dopo  arriva il messaggio  d’errore  generico ” download non riuscito” .

La soluzione è semplice, windows update  come i gestori pacchetti usa un lock  finchè non ha finito , finire significa che gli aggiornamenti pendenti vanno terminati col riavvio .

Idea logica ma implementata malissimo,ho scelto di lasciar fare il pc per vedere dove saremmo andati a finire aspettandomi un ” da nessuna parte” , ma magari qualcuno nella mia condizione si fida e sperde inutilmente tempo.

Una comunicazione migliore tra i processi suppongo possa risolvere errori del genere .

Quinta grande menzogna :

Don’t ask, don’t say

Usare Windows mi ha permesso di poter lavorare serenamente con molti tool prelavati da xda  per lavorare su telefoni android dell’era pre-heimdall e pre-fastboot .
Il feeling che mi danno però mi lascia titubante, devo fidarmi di quel che fanno senza indagare oltre.
Hanno sempre funzionato bene o non hanno funzionato affatto , quindi poco male, telefonini mai danneggiati.
Se va trovata una carenza sono, su questo fronte, le guide in italiano  su altri blog dedicati .
Cambiare rom ad un telefono potrebbe richiedervi 20 tab di firefox aperte .
trovi il post dove scaricare la rom e giuda di installazione, dove vieni rimandato al post dove pescare la recovery, dove vieni rimandato al post dove scaricare il tool, dove vieni rimandato al post per scaricare i driver  quindi riparti e scopri sul secondo post del primo thread che la giuda è valida solo per il firmware xyz  e di rimanda ad una giuda diversa per andare da zxy a xyz .
si, mi stava mancando il wiki di freebsd in quel pomeriggio.
Sesta grande menzogna:
“powersave” 

Il mio laptop è intel based , tutto intel ed intel lavora bene .
Ho replicato lo stesso test : schermo spento, collegamento per video ed audio in hdmi  al televisore 40″ full hd  e “lo hobbit ”  mkv 1080p.
Voevo vedere chi si comportava meglio, se ubuntu o windows 8.1 o arch .
Con arch ho visto tutto il film  ed i titoli di coda e mi è avanzato il 3% di batteria, con ubuntu  ho visto solo il film ed è morto ( questo perchè lo spegne sotto il 5% di batteria )  e con windows  non ho avuto modo di vedere il finale.
Per tutti il file era identico ed era su una chiavetta ntfs  da 16 GB .
Poteva essere tutto negativo ? NO
Nonostante le carenze in 8.1 ho trovato cose positive .
In linea con la politica della quinta menzogna  non mi curo del fatto che il pc non si spenga mai completamente ,  trovo l boot  abbastanza veloce e reattivo quando gli aggiornamenti non  si presentano .
( nota singolare, da utente arch  quando vedo ” ci sono xxxx nuovi aggiornamenti ” sono felice, feature nuove, cose nuove , grafica nuova , ma con windows sto tornando alla politica ” not again ! ” )

ModernUI mi piace . ( le pietre sono gia impilate alla vostra destra )
Una delle idee più sensate di windows 8.1 è quella che l’interazione col pc è rimasta indietro, servono cose nuove  e modern è la loro risposta.
Usare windows 8.1 come deve essere usato significa scoprire una produttività nuova , fluida e scorrevole entro i limiti di un idea che  deve rimanere legata al desktop convenzionale  e che segue una direzione poco chiara ( chi si ricorda all’alba di 8 quanto volessero abolire il desktop convenzionale prima di fare retromarce via via sempre più permissive ?) 
Bisogna adottare un approccio ” linux way”  invece quando si parla di software, windows 8.1 ha il suo store ed è da li che dovrebbero passare le applicazioni, perchè da li, con l’account microsoft che dovreste aver messo , che avviene un ripristino ” magico”  del pc dopo una formattazione  .
Cosa che in 4 gatti hanno fatto , di fatti lo store è una città fantasma con poche ” app” realmente utili, molte sono fatte con i piedi e non servono a nulla, sapete poi il cane che si morde la cosa ?
Tornando a Modern,  quando è possibile usare solo lei il workflow è fluido e veloce, si lavora a pieno sia col mouse e la tastiera in combinazione ( cosa che con gnome faccio da anni )  peccato che questo sia circoscritto alle applicazioni microsoft, perchè  di altro ( ed utile)   conforme a modernUI c’è ben poco.
 Windows defender funziona
Si, windows defender funziona  abbastanza bene da poter essere usato come antivirus , non sembra pesare sul sistema
Rallenta, ma non così tanto
 Vi ricordate i “bei” tempi di windows  XP  che appena installato sul fiammante pentium 4 era un treno , poi tra antivirus e il semplice passare del tempo  iniziava a perdere colpi ed in sei mesi ci si trovava con un hdd che sembrava macinare caffè? 
Bene, sono quasi passati .
Windows 8 rallenta ma in misura molto minore, pochi tool  possono risolvere il problema quando si presenta.
Il ripristino funziona
Se siete su uefi windows crea molte partizioni  , un piccolo trucchetto per rendere il ripristino veloce ed efficace , approvato .
Se poi c’è l’account microsoft abbinato  si riesce a ripartire con relativa facilità senza sputare sangue e bile.
Ad oggi il mio tempo  si windows è finito , gli ho dato l’occasione e tutto sommato l bilancio è positivo , ci sono stati momenti di alti e bassi, molto bassi, con la mia frustrazione che veniva a galla  e ha rischiato di massacrare le cerniere del mio laptop .
Con linux non sono mai arrivato ad un livello tale dal voler sbattere il portatile al muro .
D’altrocanto alcune cose vengono fuori con una facilità disarmante , quindi compensa il tutto e mi fanno promuovere 8.1 a ” sistema operativo”.
L’unico grande peccato è che 8.1 è rimasto un bimbo incompreso costringendo  microsoft a mangiare la foglia e tornare sui suoi passi , il che è un peccato perchè con 8.1 e modern stavano veramente riuscendo a cambiare qualcosaper rendere windows finalmente migliore .


Source: MarcosBox

Ti potrebbe interessare anche...