Windows XP non vuole morire

Windows XP non vuole morire. Ebbene si, a distanza di un anno dall’ultimo update ufficiale per XP, il sistema operativo di casa Microsoft continua ad esser presente sui PC di mezzo mondo.

Stando infatti agli ultimi dati raccolti da NetMarketShare riferiti al mese di Marzo 2015, Windows XP continua ad esser presente sul 16,94 % dei PC.
Desktop Operating System Market Share – Marzo 2015
Dettaglio desktop operating system market share – Marzo 2015
Il dato è però in discesa rispetto allo stesso mese del 2014 quando Windows XP era presente sul 27,69% dei PC.
Desktop Operating System Market Share – Marzo 2014
Dettaglio desktop operating system market share – Marzo 2014
Come potete vedere c’è si un calo ma non così evidente come ci si potrebbe aspettare.
Se poi andiamo a vedere chi ci ha guadagnato in questo ultimo anno scopriamo che la maggior parte degli utenti Windows è migrata a Windows 7 che è salito del 9,27 % a fronte del calo di Windows XP del 10,75 %.
Un ulteriore dato che emerge è che a Marzo 2015 Windows XP continua da esser presente su più computer rispetto a Windows 8/8.1. Se sommiamo infatti la percentuale di PC sui quali è installato Windows 8 e Windows 8.1 arriviamo al 14,07 %, un dato inferiore del 2,87 % rispetto a Windows XP.
Prendendo come veritieri questi dati è facile capire come mai Microsoft abbia deciso di rilasciare Windows 10 come aggiornamento gratuito per tutti gli utenti da Windows 7 in su; questo è l’unico modo per invogliare l’utente alla migrazione ed evitare che Windows 7 si trasformi nel nuovo Windows XP.


Source: MarcosBox

Ti potrebbe interessare anche...